Lavorare in Banca Popolare di Milano

Sede centrale: Piazza Meda 4 - Milano

Descrizione Aziendale

La Banca Popolare di Milano è una banca cooperativa multiregionale a responsabilità limitata. La sua nascita risale al 1865 quando Luigi Luzzanti riunì in assemblea 350 cittadini di ogni ceto sociale che decisero di creare una cooperativa di credito per sostenere i suoi membri nelle attività imprenditoriali.

In questi 140 anni la cooperativa è cresciuta enormemente, tanto da essere diventata una delle più importanti figure economiche in ambito italiano. Eppure continua a mantenere fortissimo il suo legame con le origini e quindi con i territori a cui le banche appartengono.

Nel 1994 è stata quotata alla Borsa di Milano. Attualmente possiede 48mila soci, che costituiscono oltre la metà degli azionisti totali. Il Gruppo è composto da una serie di reti bancarie interregionali e società prodotto. Sono presenti sul territorio con 800 sportelli, per un totale di circa 9mila dipendenti.

La clientela è formata soprattutto da privati e imprese. I servizi offerti sono fortemente indirizzati in base al target. Si va dal segmento “giovani” a quello “privati”, passando per le aziende pubbliche e private. Banca Popolare di Milano è la capogruppo ed è guidata dal presidente del consiglio di amministrazione Massimo Ponzellini e dal direttore generale Fiorenzo Dau.

Negli ultimi tempi la cooperativa ha messo in atto una serie di riforme per ottimizzare il funzionamento amministrativo. L’obiettivo finale era anche quello di migliorare la presenza delle minoranze assembleari all’interno della Società, per mantenere un equilibrio di poteri fra soci e azionisti, clienti e dipendenti.

Opportunità di impiego:

Al momento nel sito non esiste alcuna sezione dedicata al reclutamento, ma probabilmente a breve verrà dedicata un'area apposita.

Risorse per lavorare con Banca Popolare di Milano
Sito Principale
Portale lavoro
Candidature

Cerca le offerte di questa azienda su: